Conviene la late registration al day 2 dei MTT online? Risponde Stefano Terziani

Nei primissimi tempi del poker online, arrivare con una manciata di secondi di ritardo significava perdere la possibilità di giocare un torneo. Se l’orario d’inizio era alle 21 e tu arrivavi davanti al computer alle 21:01, ormai non c’era nulla da fare.

Poi venne inventata la late registration e tutto iniziò a cambiare. Oggi la registrazione tardiva è parte immancabile delle abitudini di qualsiasi torneista online, sia esso professionista o amatore. Un’abitudine talmente consolidata da essersi evoluta e allargata nel tempo, fino a raggiungere possibilità mai viste prima.

La late registration “estrema”: si entra anche al day 2

Abbiamo infatti tornei online che permettono la registrazione tardiva 3 o 4 ore dopo l’orario di inizio, anzi da qualche tempo ha preso piede una tendenza che prima esisteva solo in alcuni format di MTT live: la registrazione tardiva direttamente al day 2.

PartyPoker.it è ad esempio una delle room che offrono questa possibilità nei tornei più importanti del palinsesto, ovvero quelli divisi appunto in 2 giorni. Una novità importante, che da un lato rende la vita più comoda a chi non ha voglia di o tempo di stare molte ore davanti al pc per battagliare online fin dai primi livelli, dall’altro viene criticata da chi è convinto che si tratti di una possibilità che aumenta la componente fortuna ai danni dell’abilità. Infatti chi si iscrive direttamente al day 2 di un torneo, generalmente, si ritrova con uno stack da 20 o al massimo 25-30 big blinds.

Clicca qui per scoprire quali tornei su PartyPoker.it permettono la registrazione tardiva al day 2

La late registration estrema spiegata da Stefano Terziani: vantaggi e svantaggi

Ma è davvero così? Davvero iscriversi direttamente a un day 2 rappresenta una gamblata senza senso? Abbiamo sentito in merito una vera autorità quando si parla di MTT online, come il coach di University of Gaming Stefano Terziani. Di seguito le sue riflessioni su questa particolare situazione, da un punto di vista strategico ed economico.

Fondamentale conoscere le dinamiche 20x

Iscriversi in registrazione tardiva estrema, ad esempio a inizio day 2, comporta aspetti positivi e negativi. Consideriamo innanzitutto che molto spesso entreremo in gioco con una ventina di bui. Dunque, se si conoscono dinamiche pre e postflop 20x, allora potrà essere un investimento positivo.

Il nostro stack “vale di più”

La ragione non è legata soltanto alle dinamiche di stack ma anche per ragioni prettamente economiche. Iscrivendoci direttamente al day 2 beneficeremo di un vantaggio: essendo usciti già molti giocatori, saremo molto più vicini alla zona in the money, quindi non è escluso che il nostro stack possa già valere di più rispetto al suo costo reale. Ad esempio, in alcuni casi specifici ci troveremo a pagare ad esempio 100€ di buy-in, ma il valore ICM del nostro stack sarà già di 110€, quindi potenzialmente si tratta di un investimento quasi già in profit.

Varianza assassina

Certo il rovescio della medaglia è rappresentato dal margine di movimento ridotto. Con 20 bui oggi le possibilità strategiche sono maggiori rispetto a un tempo, ma si tratta sempre di 20 bui e quindi inevitabilmente ci saranno presto situazioni in cui metteremo in gioco tutto il nostro stack, sia in uno shove preflop, che un reshove che magari in spot nei quali si arriva ai resti al flop. Dunque è una situazione in cui siamo sottoposti a una notevole varianza e dobbiamo anche mettere in conto la possibilità di venire eliminati molto presto.

Cosa ci perdiamo saltando il day 1

Ma questa late registration così estesa non incide negativamente anche sulla strategia di early stage? No, a dire la verità non incide in maniera rilevante su quelle dinamiche, perché il vantaggio di potere giocare con 100 bui o stack ancora più profondi permette dei margini ampi di movimento, ad esempio per scegliere gli avversari più scarsi, oppure occasioni da sfruttare per fare chips a basso rischio, e più in generale per far valere il proprio edge. Iscrivendoci con 20 bui avremo la possibilità di fare mosse ad EV positivo ma a varianza più alta.

Il fattore KO

Inoltre va considerato un altro aspetto: molti eventi che si giocano su 2 giorni e permettono la late registration al day 2 sono in modalità KO. Questo incide molto perché si tende a giocare in maniera molto più aggressiva per accaparrarsi le taglie e questo aumenta ancora di più la varianza delle giocate.

Clicca qui per acquistare il Corso MTT basic tenuto da Enrico Camosci e Stefano Terziani